domenica 28 settembre 2014

I BUFFONI BUFALARI DI BUTAC.IT HANNO COLPITO ANCORA

CENSORI DELLA RETE? NO DEMENTI PATENTATI. 

Non ce la fanno proprio a tacere, quei coglioni del sito bufale un tanto al chilo, tanto coglioni che pur di far piacere ai loro padroni vivisettori, allevatori e cacciatori vanno a cercare le notizie che non esistono e non esitano a pubblicarle. Ovviamente io mi riferisco a quelle che mi interessano in prima persona. Ne hanno scritte di tutti i colori, ma poverini devono trovare qualcuno da attaccare per guadagnarsi la lurida pagnotta del mercenario. Ma con me hanno proprio toppato per l'ennesima volta. Hanno scritto che nel lontano 1992 io ero "editore di una rivista che pubblicò una finta intervista a Craxi e che pur non essendo iscritto all'ordine dei giornalisti ne fui espulso":Mai peggior bufala di questa fu pubblicata. 
DEMENTI SOLO POVERI DEMENTI che non controllano nemmeno quello che scrivono, altro che dare dei bufalari agli altri, nel 1002 io non ero editore di un bel cazzo di niente, e non avevo nessuna rivista ma la famosa intervista fu pubblicata dalle Gazzette di Longarini. Ora io non pretendo che questi analfabeti sappiano chi sia stato Longarini e cosa abbia combinato questo signore dalle parti di Ancona, vorrebbe dire chiedere a dei dementi di imparare a leggere e questo i nostri mentecatti non lo sanno fare. Ma almeno vadano ad informarsi e lo facciano con cognizione di causa, su cosa vuol dire essere iscritto all'elenco speciale dell'ordine dei giornalisti. Io non lo ero e infatti pochi anni dopo ho preso il tesserino di pubblicista. Sta gente merita la gogna,anzi no, piu scrivono piu fanno pubblicità a me ed a AIDAA, QUINDI SOTTO CON UN ALTRA MINCHIATA CHE COSI RIDIAMO A CREPAPELLE. 

LA PERSECUZIONE IN CINA DEI FALUN DAFA


L'ex leader cinese comunista Jiang Zemin ha lanciato la persecuzione nel luglio del 1999, la messo l'ordine di sradicare il Falung Gong entro tre mesi e di diffamare la loro reputazione, rovinarli economicamente e distruggerli anche fisicamente. Poco prima dell'inizio della persecuzione era stato creato l'ufficio 6-10 un corpo speciale di polizia che opera senza vincoli costituzionali al di sopra di ogni altro organo dello stato. Da allora il regime comunista cinese ha tentato di sradicare il Falun Gong con i mezzi più crudeli: lavaggio del cervello, alimentazione forzata, torture, abusi psichiatrici, violenze sessuali, aborti forzati ed infine uccisioni. . Il centro di informazione Falun Dafa verificato le circostanze relative alla morte di oltre 3600 persone e di piu di 44.000 casi di tortura, Ma il loro numero potrebbe essere maggior. Ciò che si conosce e che ha potuto superare il blocco dell'informazione in Cina è solo la punta dell'iceberg. Nel marzo del 2006 testimoni hanno rivelato che a partire dal 2001 fino a quella data il regime comunicata ha usato i praticanti del Falun Gong come fonte del mercato mondiale degli organi per i trapianti. I loro organi sono prelevati mentre sono ancora vivi per venderli ed i loro corpi successivamente cremati. Le indagini rivelano che questa pratica sarebbe molto diffusa nei campi di concentramento sparsi in tutta la Cina. Non si conosce il numero esatto delle vittime di questo genocidio in atto. 
PER SAPERNE DI PIU SUL FALUN GONG

sabato 27 settembre 2014

ECCO COME I SATANISTI DEFINISCONO HALLOWEEN

COSI I SATANISTI DEFINISCONO SUI LORO SITI BALORDI LA FESTA DI HALLOWEEN COMPRESO IL SACRIFICIO DEI GATTI NERI. 

Samhain


Per tutti coloro di noi che sono molto vicini a Padre Satana: siamo coscienti del fatto che Egli è veramente stufo di tutti i proclami Giudeo/Cristiani riguardo a ciò che dovrebbe essere la nostra religione, di come la celebriamo e peggio che mai di COME SOSTENGONO CHE ESSA SIA.
  • SATANA NON E’ UN MOSTRO DI HALLOWEEN
  • SATANA NON E’ UN VAMPIRO, UNO SPETTRO O UNO SPIRITO MALEFICO
  • SATANA NON HA CORNA ROSSE E CODA
  • SATANA NON RIGUARDA L’HORROR, I CIMITERI, I RAPINATORI DI TOMBE, GLI SCHELETRI
QUESTA SPAZZATURA VIENE DAI CRISTIANI. E’ BLASFEMA, E LO DENIGRA E RIDICOLIZZA. LO STESSO VALE PER TUTTI I SUOI DEMONI.
Per molti di noi Halloween è una delle feste preferite. Io stessa amo i film horror e cose del genere. Il punto però è come tutto questo sia stato contorto in maniera da dipingere un falso ritratto, un insulto, per Satana e per gli Dei Originali [ora etichettati come “Demoni”].
Chiedetevi come vi sentireste se le persone si mettessero una sciocca maschera, ed andassero in giro come se fossero voi o i membri della vostra famiglia o una persona a voi cara.
Padre Satana deve essere rispettato in questa festività, e non schernito da coloro che credono e seguono qualunque cosa dettata dal Cristianesimo. Quanto pensate potrebbe durare una persona che va in giro vestita da Gesù Cristo? Ci sono buone possibilità che venga attaccato da qualche fondamentalista cristiano.
Lo stesso se Hollywood dovesse produrre qualche film che dipinge il Nazareno come un mostro pauroso.
Halloween è un momento speciale per le maschere, i mostri e gli spettri l'uccisione ed il sacrificio di animali ed in particolare gatti neri, le immagini di morte e così via. Un periodo in cui essere creativi e divertirsi. E' una delle nostre maggiori festività, ma le immagini denigratorie di Padre Satana devono sparire. E’ stanco di tutto questo ed ha detto al Clero di JoS che non approva questi insulti. Per troppo tempo molti Satanisti hanno avuto in testa le idee CRISTIANE di quello che sono Satana e i Demoni; quello che i CRISTIANI sostengono che siano e quello che LORO dicono sia la nostra religione, invece di vedere Satana per quello che REALMENTE E’ – senza tutta la paccottiglia cristiana.

mercoledì 24 settembre 2014

mercoledì 17 settembre 2014

AMICI DELLA TERRA CONNIVENZE CON L'ENERGIA SPORCA?

Amici della Terra Italia verso l'espulsione dalla federazione internazionale Friends of the Earth


Alla prossima assemblea biennale generale di Friends of the Earth che si terrà dal 3 al 6 ottobre nello Sri Lanka, l’organizzazione italiana Amici della Terra verrà espulsa dalla federazione internazionale, accusata in sostanza di connivenza con il fronte dell’energia sporca per il quale farebbe opera di greenwashing.
Alla prossima assemblea biennale generale di Friends of the Earth, che si terrà dal 3 al 6 ottobre nello Sri Lanka,l’organizzazione italiana Amici della Terra verrà espulsa dalla federazione internazionale, perchè accusata in sostanza di connivenza con il fronte dell’energia sporca, per il quale farebbe opera di greenwashing.
Lo ha annunciato a nome del comitato esecutivo della FoEI, la colombiana Tatiana Roa Avendaño in una  lettera inviata ad Amici della Terra. Amici della Terra Italia – famosa per  i duri attacchi contro eolico e fotovoltaico – si legge nella lettera non condivide «vision, mission e principi» di FoEI, che è percepita come «fonte di divisione» del movimento ecologista italiano e da esso isolata, che ha un reddito per il 40% proveniente da conferenze finanziate anche da imprese come Eni ed Enel, che non lotta abbastanza contro l’energia sporca e «non è d’accordo con l’idea di giustizia ambientale».
Alle accuse, Amici della Terra ha risposto con una mozione approvata dal suo congresso nella quale si si ricorda il ruolo giocato da AdT negli anni, si difendono le iniziative più recenti - come la critica all’eccesso di sussidi pubblici alle energie solari e del vento in Italia, una quota significativa dei quali è finita alla criminalità e soprattutto si accusa il centro internazionale di non essere più un movimento ma un produttore di carriere ambientaliste.
La vicenda è raccontata in questo articolo del Corriere della Sera mentre qui lamozione AdT (pdf)

sabato 13 settembre 2014

AGGRESSIONI DI CANI NEL PARCO DEL TREJA

Di Georgia Alemanni

Bene, dopo aver letto nei giorni scorsi di aggressioni di cani, mi decido a scriverVi per denunciare una situazione di pericolo dell incolumitá pubblica su un sentiero del parco del treja che passa per il borgo antico di mazzano romano se non volete essere sbranati da un rotweiler. Non pensiate nemmeno di passare di lá se avete un cane femmina perché allora la tragedia é assicurata, ma l italia sembra essere il paese delle tragedie annunciate. Personalmente é un anno che vivo con il terrore di entrare ed uscire da casa mia. É un anno che devo controllare se I vicini e proprietari del cane sono stati cosí "amabili" da chiudere la porta di casa loro (che da direttamente sul vicolo) per assicurare a chiunque di passaggio la sicurezza. É un anno che esco da casa mia con lo spray al peperoncino spianato. Innumerevoli volte mi sono trovata a dover passare davanti ad un molosso ringhiante nel suddetto stretto vicolo. Ho contattato l amministazione comunale, I vigili, I carabinieri di campagnano. Ho presentato un esposto in comune. NULLA. Fino al 31 luglio che, tornando a casa, ho ritrovato il cane ringhiante davanti alla loro porta completamente spalancata. Ringraziando il cielo non avevo con me la mia cagnetta altrimenti non sarei qui a scriverlo. Ho fatto un video, non dei migliori mi trema la mano, avevo troppa paura, ma il cane si intravede a sufficienza. Poi ho avuto l infausta idea di comunicare ai proprietari, per l ennesima volta, il mio disagio nel passare e che visto il loro totale disinteresse l ultima spiaggia sarebbe stata una denuncia. Ebbene a quel punto non é stato il cane ad aggredirmi ma gli stessi proprietari !! ( fortunatamente avevo ancora il video del cellulare in funzione ed ho documentato il tutto: minacce, insulti, aggressione). Quindi ospedale e conseguente denuncia. La cosa surreale é che dopo l accaduto quando ho contattato il sindaco mi ha riferito che il comandante dei carabinieri di campagnano gli aveva precedentemente detto che il cane puó essere lasciato libero in casa...grazie..ci mancherebbe..ovvio..ma non con la dannata porta spalancata! Non se il cane puó uscire, saltar fuori e sbranare il primo malcapitato di passaggio! Non potendo credere a quello che mi aveva detto gli ho chiesto se lo avrebbe ripetuto davanti ad un giudice od ad un giornalista ma a quel punto ha bofficchiato qualcosa ed é letteralmente fuggito. Questo é ovviamente il mio calvario assolutamente personale. Ho dovuto lasciare casa mia, non me la sento piú di vivere in quella maniera. Dopo le minacce e dopo un anno di paura sono molto molto provata. Non me la sento piú di mettere in pericolo la mia vita e, perché no, quella dei miei cagnetti. Di subire continue prepotenze e vessazioni. Forse in questo paese é cosí strano aver paura di un molosso ringhiante. Forse in questo paese non é plausibile potere e volere entrare in casa propria senza aver paura. Comunque volevo solo segnalare il persistere di una situazione di pericolo visto che il vicolo Valle del Treja é su un percorso spesso scelto da persone che fanno escursioni nel parco. Ripeto spero che non passino con cani femmina, che qualche escursionista magari un po imbranato, non inciampi, sbilanciandosi verso la porta e spero che la porta sia chiusa...come una roulette russa...porta chiusa:solo came che gli si avventa contro, spavento ma nulla di piú...porta aperta:a voi le conclusioni.